Uno studio rileva che i dispositivi Apple potrebbero essere vulnerabili attacchi Bluetooth a corto raggio

Secondo alcuni, si dice che se non stiamo usando Bluetooth, dovremmo spegnerlo. Questo non solo aiuta a migliorare la durata della batteria, ma aiuta anche a mantenere i nostri dispositivi più sicuri in quanto lo rende non individuabile da altri dispositivi. Si scopre che ci potrebbe essere qualche merito a queste ultime affermazioni, secondo un recente documento di ricerca.

Secondo il documento intitolato “BIAS: Bluetooth Impersonation AttackS”, sembra che i ricercatori hanno scoperto che un certo numero di prodotti Apple sono apparentemente vulnerabili agli attacchi Bluetooth a breve distanza. Come funziona è che l’attaccante tenterà di impersonare un dispositivo Bluetooth precedentemente attendibile per rendere l’utente pensano che si stanno connettendo ad esso, quando in realtà non lo sono.

Se si estrariscono le impostazioni Bluetooth del dispositivo, è possibile che venga visualizzato un elenco di dispositivi a cui ci si è connessi in passato, ad esempio altoparlanti Bluetooth, cuffie, smartwatch e così via. Si presuppone che tali dispositivi possono essere attendibili perché esplicitamente associati con il telefono o laptop.

Sembra anche che non richiede una tecnologia particolarmente sofisticata per tirare fuori questo attacco, dove l’hacker può utilizzare un dispositivo Raspberry Pi a buon mercato. Per fortuna, i dispositivi più moderni di Apple non sono interessati. Questo sembra interessare dispositivi come l’iPhone 8 o più vecchio, l’iPad 2018 o più vecchio, o il 2017 MacBook Pro o più vecchio. Tuttavia, se si possiede questi dispositivi, supponiamo che un modo per proteggersi sarebbe quello di disattivare Bluetooth quando non in uso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *